lunedì 24 marzo 2014

Scusate ..... parole al vento.

” E’ cosa normale che le pecore ch’ hanno il lupo per governatore, vengano castigate con esser vorate da lui. ”
Giordano Bruno

Mi è successo ieri, parlando, di sentirmi dire che gli anarchici sono terroristi ed assassini.
Ora potrei evitare a voi di leggere, a me di scrivere, ma non riesco a stare in silenzio; sarà che sono in ferie ed ho tempo da perdere.
Dissento ...categoricamente! Ho l'impressione che ci sia molta incomprensione, disinformazione, riguardo l'Anarchia, gli anarchici, soprattutto su come, quotidianamente, ogni libertario vive il suo essere anarchico. La via che uno percorre, l'anarchismo, non è uguale per tutti, può aderire, camminare insieme ad altri, ma rimane individuale poiché la vicinanza finisce nel momento in cui vi siano incursioni nella mia libertà. Credo che gli anarchici siano le persone più tolleranti e pacifiche che esistono, ma pacifico non significa pacifista (” Personalmente trovo il concetto stesso di ‘non-violenza’ risibile, specialmente quando lo usiamo per trincerarci nella nostra ipocrisia. La violenza è solamente uno dei tanti aspetti della natura umana, come può esserlo l’amore, l’odio o la felicità. La non-violenza è un lusso che ci possiamo permettere noi abitanti del ricco occidente industrializzato, altri hanno come unica scelta il ricorrere alla lotta contro chi li opprime. ” Dirkson Felham). Tutti gli anarchici sono compagni, perché, per chi non lo sapesse, deriviamo dal socialismo (in letteratura potete trovare chilometri di scritti della diatriba tra Bakunin e Marx), ma con una differenza: una società socialista libertaria non ha vertici di governo, ovvero orizzontale, senza stati ne frontiere, dove tutto è di tutti e di nessuno (“L’anarchia è la negazione dei governi. I governi, di cui noi siamo i pupilli, non hanno naturalmente trovato niente di meglio da fare che allevarci nel timore e nell’orrore del principio della loro distruzione. ” A. Bellegarigue ...” La crisi ecologica che attraversiamo è una crisi sociale, ha le sue radici prima e soprattutto nella dominazione dell’uomo da parte dell’uomo , della donna da parte dell’uomo, dei giovani da parte di vecchi e della società da parte dello stato. ”M. Bookchin). Questo cappello è per far capire di cosa sto parlando. Dai telegiornali, ogni tanto, si sentono notizie su attentati anarchici. Se le notizie sugli anarchici sono solo quelle, senza spiegare nulla, è ragionevole pensare che tutti gli anarchici siano terroristi ed assassini. Piccolo inciso: c'è confusione sulle sigle FAI. Personalmente aderisco alla FAI (Federazione Anarchica Italiana) che fa riferimento al socialismo libertario di Errico Malatesta (” Lo Stato è come la religione, vale se la gente ci crede. ” Errico Malatesta). Sui giornali viene stampigliato FAI, ma in riferimento alla Federazione Anarchica Informale o insurrezionalista a cui io e molti altri non apparteniamo; non condanno, ma ognuno è responsabile delle proprie azioni. Perché non condanno: perché sono anarchici, compagni, che hanno fatto scelte differenti dalla mia anche se non condivido, non sta a me giudicare. Ecco sono anarchico, e ne vado fiero.
” L’anarchismo non è la visione, basata su congetture, di una società futura, ma la descrizione di un modo di organizzarsi dell’uomo, radicato nell’esperienza della vita quotidiana che funziona a fianco delle tendenze spiccatamente autoritarie della nostra società e nonostante quelle. ” Colin Ward

SCANDALO SANITA' PARMA COMUNICATO

Tutti ormai siamo a conoscenza delle note vicende giudiziarie che coinvolgono, come parte lesa,  l'Ospedale Maggiore di Parma. Non...