martedì 9 aprile 2013

Morta la Tacher un assassino impunito


È morta l'ex primo ministro inglese Margaret Tacher,  donna di ferro,espressione di quella destra anglosassone posta alla destra del nazionalismo europeo proprio  della fine degli anni ottanta. 
Oggi il mondo con ipocrisia piange la scomparsa di un assassino della libertà,  della classe operaia e sindacale, l'aguzzina di giovani argentini nella guerra di monopolio imperiale delle risorse naturali proprie delle Malvinas.

Tutti i media e personalità mondiali si stringono attorno ad un personaggio del più pessimo fascismo anglosassone; nessuno ricorda il dramma di tanti giovani argentini morti per un fazzoletto di terra posto alla fine del mondo. 


Tutti in fila, dunque, per ricordare la gonnella nera espressione della destra reazionaria europea, indossando il vestito dell' ipocrisia,  tutti a Londra per i funerali del Kapò che, anche da morta, continua a mettere tutti gli uomini di potere in fila.
Tu sia maledetta. 

Fabio Giovanni Malandra

SCANDALO SANITA' PARMA COMUNICATO

Tutti ormai siamo a conoscenza delle note vicende giudiziarie che coinvolgono, come parte lesa,  l'Ospedale Maggiore di Parma. Non...