giovedì 3 novembre 2011

G20/ Cannes possibile rampa di lancio per una Tobin Tax europea

fonte: http://www.tmnews.it/web/sezioni/news/PN_20111102_00108.shtml

Limitata ai 17 Paesi della zona euro, come proposto da Berlino


Cannes (Francia), 2 nov (TMNews) - Il vertice del G20 di Cannes dovrebbe gettare le basi per una tassa sulle transazioni finanziarie, ma di fronte alla contrarietà di Stati Uniti e Regno Unito il suo perimetro di azione sarà ristretto, nella migliore delle ipotesi, al nocciolo duro della zona euro.

Il Presidente francese Nicolas Sarkozy, presidente di turno del G20, farà "di tutto" perché il vertice faccia "smuovere la situazione", ha assicurato lunedì scorso Henri Guaino, consigliere speciale di Sarkozy. "E' una questione centrale, sia per la riforma delle finanze che per trovare risorse" per "combattere la povertà", ha aggiunto. Da Berlino, il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble ha proposto di instaurare la Tobin Tax nei 17 paesi della zona euro, che potrebbero così fungere anche da test sull'efficacia di tale imposta, in modo da convincere i contrari.

La Tobin Tax, dal nome del premio Nobel per l'economia James Tobin, è una tassa su tutte le transazioni sui mercati valutari volta a stabilizzarli e, contemporaneamente, a procurare risorse da destinare alla comunità internazionale. La formula che sarà discussa domani e venerdì al G20 prevede che la tassa finanzi lo sviluppo, ma contribuisca anche, nel pieno della crisi dei debiti sovrani, a ridurre il peso del debito nei Paesi che la imporranno. Parigi e Berlino hanno imposto la questione anche nell'agenda della Commissione europea, che ne discuterà nei prossimi mesi: Bruxelles stima che la tassa potrebbe portare a 55 miliardi di euro annui.

Oggi si è pronunciato a favore della tassa anche la massima autorità della chiesa anglicana, l'arcivescovo Rowan Williams, rilanciando la linea annunciata dal Vaticano la scorsa settimana e ricordando il sostegno all'imposta di miliardari come Bill Gates e George Soros. Ma il fronte dell'opposizione è piuttosto nutrito: non ci sono solo Stati Uniti e Regno Unito, ma anche Canada, Cina, Russia e Svezia. Proprio Bill Gates, che sarà a Cannes per presentare un rapporto sullo sviluppo, ha sottolineato come la Tobin Tax non abbia bisogno di essere mondiale per vedere la luce. Potrebbe quindi nascere solo in chiave europea, e più verosimilmente, in seno alla zona euro.

(fonte Afp)

SCANDALO SANITA' PARMA COMUNICATO

Tutti ormai siamo a conoscenza delle note vicende giudiziarie che coinvolgono, come parte lesa,  l'Ospedale Maggiore di Parma. Non...